>> Ma e' e meglio avere le chitarre fighe o gli ampli della madonna?
>> Purtroppo come al solito la via di mezzo e' quella giusta.
>
> in realta' quello che conta alla fine e' come si e' capaci di suonare.
>

infatti
conta moltissimo la mano
e conta moltissimo il pezzo che si suona.
e conta la strumentazione
e conta come la si sa sfruttare....
c'è chi ha la mano pesante e fa suonare tutti gli strumenti in un certo modo. chi ha la mano alla SRV cava un suono esservuiano sia da una gibson che da una strato , sia da un marshall che da un fender anche soprattutto perchè pizzica le corde in un modo da far risuonare qualsiasi strumento allo stesso modo .
se usi una tele e suoni bluegrass ti uscirà un suono tele, e ancor di piu se hai il tocco giusto per quel genere. se non hai la mano per quel genere e fai un brano bluegrass, ti uscirà un suono abbastanza tele ma non troppo, ma se ci suoni nu metal con lamano numetal, la tele ne uscirà quasi irriconoscibile. ma la riconoscerai al confronto diretto con lo stesso brano suonato dalla stessa mano con un altra chitarra, ma solo perchè suonerà leggermente diversa daquestultima, non perchè suonerà come una tele.
E' partendo da questo presupposto che molti sentono un diverso suono da una chitarra a un altra, perchè oggettivamente, il timbro di ogni chitarra è diverso dall' altro. ma non è il timbro che fa il suono. per lo meno lo fa solo per un 25%. ma questo 25 si riduce a 5 in tutte quelle occasioni in cui il resto della strumentazione lo prevarica.
ci sono brani che si appoggiano moltissimo sulle capacità timbriche di una chitarra, e ci sono altri brani che pare lo facciano, ed invece si appoggiano sul tocco.
ho visto gente suonare i pinkfloyd colla strato e una bogner, rompere una corda, acchiappare la lespaul, (sorrisini del pubblico come per dire "mo adesso vedrai che suono di merda gli esce") continuare a suonare con un suono piu bello adatto di prima, ed il pubblico cagarsi in mano e prendersi a schiaffi per lo stupore.
in certe situazioni il suono lo fa l' ampli, ma dipende chi lo suona. in certe situazioni il suono lo fa la mano, ma dipende di chi è la mano, e che brano sta suonando. due mani diverse possono avere due suoni molto diversi con lo stesso strumento, ma a patto di suonare due brani diversi. perchè certi brani con un certo tocco fanno suonare diversamente due strumenti diversi.
ma se due mani diverse suoneranno lo stesso brano, ricercando lo stesso stile esecutivo, sulla stessa chitarra, esse suoneranno molto simili. ma se due mani diverse (parlo di gente che sa suonare , ma con caratteristiche molto personali, non principianti) suoneranno brani diversi con la stessa chitarra, avranno due suoni diversi.
se tu prendi un tizio che suona bene little wing su un plexi dici "cazzo il suono di hendrix! paro paro!"
poi senti lo stesso tizio il giorno dopo su un twin fare little wing dici "cazzo il suono di hendrix! paro paro!"
tutti gli strumenti hanno un' anima ma gliela tiri fuori solo se hai un bel tocco.
certi strumenti suonano benino anche se non hai un bel tocco, certi no. certi strumenti suonano bene certi giorni si certi no. certi giorni siamo noi che sentiamo diversamente.
certi invece sentono differenze grandissime fra un suono e l' altro solo per una tacca di gain in piu e gli pare di aver realizzato un suono totalmente diverso , mentre 15 suoni che paiono totalmente diversi a qualcuno, paiono quasi uguali a qualcunaltro.
perchè?
perchè il suono è dato dal timbro, dall' attacco, dal sustain, dal decadimento (e dal vibrato!! non lo dicono nei testi ma il vibrato suona di brutto). per certi pare che il timbro sia tutto, per altri è il fattore meno importante per valutare un suono. c'è chi è capace di personalizzare così tanto l' attacco ed il vibrato di un suono da far suonare veramente diversa anche una singola nota pizzicata sullostesso strumento. (come in certe occasioni può essere vero anche l' esatto opposto...)
infatti se noi prendiamo un mero "timbro" e lo facciamo suonare, senza attacco, senza vibrato, senza decay tramite un compiuter, esso ci apparirà come il tasto pigiato su una pianola bontempi. lo giuro è così, fidatevi. c'è poi il lavoro dello studio di registrazione: certi produttori sanno cavarti un suono che da solo non sapresti trovare.
ci sono produttori (uno solo in realtà) che potrebbe farti avere ilsuoni di EVH anche se suoni un mesa o un fender, a patto che tu sappia veramente tenere in mano la chitarra.
il suono è nelle mani, si è vero. è molto nelle mani. non tutto ma molto. quasi sempre. non sempre. spesso. le percentuali variano. ogni situazione è diversa: uqnto conti la mano e quanto conti la chitarra e quanto l' ampli e quanto la canzone varia di volta in volta. c'è chi dice che l' ampli conta per il 70%e la chitarra il 30%. ma ho sentito coi miei occhi e visto con le mie orecchie situazioni in cui queste percentuali erano platealmente ribaltate.
ovvero situazioni in cui una chitarra da 700euro e un ampli da 300 euro suonavano meglio di una chitarra da 300 con ampli da 700. e via di multipli e sottomultipli. forse, percentualmente, sono piu le volte in cui prevale la seconda situazione, ma non bisogna farne una regola. lukater ha fatto un disco con una chitarra da 3000 euro e un ampli da 300 euro. ma non è una regola. spesso succede anche il contrario.
quindi andiamoci piano con lo stabilire chi e cosa determinino cosa e come. se dovessi scegliere, la cosa principale per avere un bel suono, ma anche la sceglierei in assoluto, è avere due belle mani, nel senso musicale del termine. poi viene tutto il resto. non ultimo il genere. angelworm disse per scherzo "il suono sta nel genere". si è vero, sta molto anche li. tu puoi ottenere piu facilmente un certo suono se usi un certo strumento e suoni una certa canzone piuttosto che un altra.
è anche vero che musicisti bravi amano circondarsi di ottima strumentazione, generando maggior incertezza su "cosa" determini il loro suono. alla fine il suono è dato da tutte queste cose insieme ed il bello è che di volta in volta la percentuale di intervento di ogni fattore varia sensibilmente.
ma se non abbiamo due belle mani, un bel tocco, ed una testa , tutto quello che abbiamo, sappiamo, facciamo, rende lametà della metà della metà. se invece abbiamo due belle mani, un bel tocco, ed una testa , tutto quello che abbiamo, sappiamo, facciamo, suonera megliodel doppio, del triplo e così via.
non ci sono piu le mezze stagioni.
si stava meglio quando era estate:-P
cia
BS

torna a LE MIE FAQ